(troppo vecchio per rispondere)
prostata
claudius
2013-03-18 07:43:01 UTC
Buongiorno al newsgroup.
Qualcuno ha idee chiare (e possibilmente fondate) sull'intervento alla
prostata con il laser "a raggio verde"?
Eventuali punti deboli rispetto alla terapia chirurgica tradizionale?
Grazie.
FE P.
2013-03-18 12:13:51 UTC
Post by claudius
Buongiorno al newsgroup.
Qualcuno ha idee chiare (e possibilmente fondate) sull'intervento alla
prostata con il laser "a raggio verde"?
Eventuali punti deboli rispetto alla terapia chirurgica tradizionale?
http://archiviostorico.corriere.it/2012/ottobre/15/laser_verde_che_cura_prostata_co_0_20121015_2db2aaaa-168a-11e2-83a6-575099e83361.shtml
Mario Campli
2013-03-19 07:35:38 UTC
Post by claudius
Qualcuno ha idee chiare (e possibilmente fondate) sull'intervento alla
prostata con il laser "a raggio verde"?
Eventuali punti deboli rispetto alla terapia chirurgica tradizionale?
http://archiviostorico.corriere.it/...
Un bell'articolo promozionale scritto da un bravo pubblicitario un po'
ignorante di medicina.

Da decenni il gold standard per il trattamento dell'IPB è la resezione
trans-ureterale (TURP). Hanno inventato diecimila altre tecniche, per
promuovere l'impiego di costosissime macchine, ma la TURP rimane il
gold standard.
Se sei un paziente che non può assolutamente fare a meno di una terapia
anticoagulante o antiaggregante, la PVP con il laser è indicata
(peccato però che non si potrà avere un esame istologico del tessuto
asportato...) altrimenti la TURP va benissimo.

P.S. gli interventi endoscopici sulla prostata, tutti, NON danno
problemi erettivi.
--
Doctor Diabolicus
Moderatore ItSciMed
http://www.sci-med.it/manifesto
http://www.sci-med.it/guida
claudius
2013-03-19 09:02:55 UTC
Post by Mario Campli
Da decenni il gold standard per il trattamento dell'IPB è la resezione
trans-ureterale (TURP). Hanno inventato diecimila altre tecniche, per
promuovere l'impiego di costosissime macchine, ma la TURP rimane il gold
standard.
Se sei un paziente che non può assolutamente fare a meno di una terapia
anticoagulante o antiaggregante, la PVP con il laser è indicata (peccato
però che non si potrà avere un esame istologico del tessuto
asportato...) altrimenti la TURP va benissimo.
P.S. gli interventi endoscopici sulla prostata, tutti, NON danno
problemi erettivi.
Ti ringrazio della risposta chiara.
Dovrei operarmi di prostata (non urgentemente e senza particolari
necessità collaterali); mi sono un po' documentato, e a me profano è
parso che il laser ("a raggio verde") sembrerebbe portare meno rischi di
complicanze, in generale, rispetto alla TURP. Parlo di infezioni,
eiaculazione retrograda ed anche i problemi erettivi a cui tu accenni
( http://www.urolaparoscopia.it/turp.php ).
Puoi gentilmente spiegarmi meglio? E' solo pubblicità?
Mario Campli
2013-03-25 08:03:29 UTC
Post by claudius
Puoi gentilmente spiegarmi meglio? E' solo pubblicità?
E' solo pubblicità.
In casi selezionati, come ti ho già detto, la fotocoagulazione laser
potrebbe avere un senso, ma, lo ripeto ancora una volta, la TUR-P è il
gold standard per il trattamento delle prostate di medie dimensioni
(per quelle di grosse dimensioni è ancora indicata la chirurgia open,
ovvero la adenomiomectomia trans-vescicale).

La TUR-P "può" dare sanguinamenti post-operatori, ma nella mia
esperienza non ne ho mai visto uno che sia uno, perchè a causa della
modalità dell'intervento si può ottenere una emostasi accuratissima.
Determina eiaculazione retrograda, perchè lo sperma defluisce indietro
in vescica piuttosto che seguire il suo percorso naturale, ma questo
non influenza in alcun modo nè l'erezione nè il piacere sessuale.
Le lesioni ai nervi erigendi, che transitano vicino alla prostata, AL
SUO ESTERNO, sono _impossibili_ dal momento che l'intervento viene
condotto ALL'INTERNO della prostata, entro i limiti della sua capsula
fibromuscolare.
Il rischio di stenosi tardive dell'uretra è comune a QUALSIASI
procedura endouretrale, il trauma del passaggio di un corpo estraneo
nell'uretra (da un semplice catetere alla sonda laser...) PUO' (come
NON può) determinare a distanza di tempo un restringimento dell'uretra.
--
Doctor Diabolicus
Moderatore ItSciMed
http://www.sci-med.it/manifesto
http://www.sci-med.it/guida