(troppo vecchio per rispondere)
Lampi agli occhi.
John
2009-04-17 21:03:29 UTC
Una anziana conoscente ha dalle 18 di questo pomeriggio dei lampi
davanti agli occhi. Glicemia normale e pressione arteriosa 140/75
(misurata da me, con lo sfigmomanometro). L'ho accompagnata subito alla
stazione di emergenza, dove l'hanno subito inviata alla clinica
oculistica, senza visitarla.

Domanda : ma, nel dubbio, se si dovesse decidere così su due piedi, non
sarebbe meglio mandarla subito alla clinica neurologica ?

Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
Uplbet
2009-04-18 08:48:04 UTC
Post by John
Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
per quel poco che ne so (come parente di pazienti) i lampi sono spesso
sintomo di rotture retiniche che richiedono semplicemente intervento
laser. Imho in primo luogo Occorre urgente visita oculistica.

Ciao
---
Uplbet
JD
2009-04-17 23:18:32 UTC
Post by John
Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
E se fosse un distacco di retina o una ipertensione oculare? mica
bazzeccole...

Poi certo, un ictus è più grave... ma un minimo di triage l'avranno
fatto, spero...
metalgear
2009-04-18 12:12:43 UTC
Non sono un medico (cfr. post precedenti) ma mi occupo di indagini e
analisi.
Spesso si usa la logica del rasoio di Occam, quindi la spiegazione più
logica è
quella più corretta.
Questo non significa che se il sintomo è agli occhi la patologia lo è di
conseguenza.
Il corpo umano non funziona così (e nemmeno il comportamento delle persone,
per quel che
riguarda il mio campo).
I lampi potrebbero essere scotomi, problemi alla retina, problemi di
pressione (sarebbe da
capire che tipo di lampi vede).
Ma, a prescindere da questo, passare subito all'oculista dopo una visita di
pronto soccorso
mi sembra abbastanza logico, imho.
Poi, non ci fosse nulla, allora si passa alla seconda causa più logica
(considerando altri indizi
che possono sorgere dalle analisi appena effettuate...)

Ciao,
Post by John
Domanda : ma, nel dubbio, se si dovesse decidere così su due piedi,
non sarebbe meglio mandarla subito alla clinica neurologica ?
Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
ADMIN
2009-04-18 17:23:26 UTC
Spesso si usa la logica....
[cut]

si , la risposta sta sotto la domanda , ad esempio
:-)
http://tinyurl.com/2xu2wa
cerca " top posting "


Followup-To : poster , junk
--
ADMIN
R: Perche'capovolge l' ordine con cui le persone leggono normalmente
D: Perche' il top-posting e' MALE ?
R: Il Top-Posting.
D: Quale e' la cosa piu' noiosa negli articoli news e nelle e.mails ?
Laura
2009-04-19 16:08:07 UTC
Post by John
Domanda : ma, nel dubbio, se si dovesse decidere così su due piedi, non
sarebbe meglio mandarla subito alla clinica neurologica ?
Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
Sicuramente sì, presumo che il medico astante abbia preso in
considerazione tali ipotesi, probabilmente sul tipo di
lampi riferiti dalla paziente.

Per esempio se i lampi sono esattamente bilaterali e tutti e due gli
occhi "vedono" la stessa cosa verosimilmente si potrebbe quasi
escludere il distacco di retina.

In questo caso spesso si tratta soltanto di una emicrania con aura,
spesso anche senza dolore successivo, certamente da indagare,
ma non tanto grave.
Quindi un neurologo sarebbe l'ideale.

Poi bisognerebbe sapere da quanto tempo questo disturbo
è presente, se cambia di intensità, se è presente anche
cefalea ... perciò io penso che l'unica cosa saggia sia
affidarsi con fiducia alle cure dei medici del pronto soccorso.

Ciao Laura
ottorose
2009-04-19 23:56:19 UTC
Post by John
Domanda : ma, nel dubbio, se si dovesse decidere così su due piedi, non
sarebbe meglio mandarla subito alla clinica neurologica ?
Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
Sicuramente sì,  presumo che il medico astante abbia preso in
considerazione tali ipotesi, probabilmente sul tipo di
lampi riferiti dalla paziente.
Per esempio se i lampi sono esattamente bilaterali e tutti e due gli
occhi "vedono" la stessa cosa verosimilmente si potrebbe quasi
escludere il distacco di retina.
In questo caso spesso si tratta soltanto di una emicrania con aura,
spesso anche senza dolore successivo, certamente da indagare,
ma non tanto grave.
Quindi un neurologo sarebbe l'ideale.
Ciao Laura
Gentile Laura, il quesito diagnostico propone un'anziana signora che
improvvisamente viene colpita da fosfeni o lampi come vien riportato
pare di lunga durata. Nè l'età , nè la durata fanno presupporre nè
l'insorgenza d'emicrania con aura nè manifestazione di sclerosi in
placche che renderebbero imprescindibile la mobilitazione della
neurologia, piuttosto l'età guida a patologie oculari, le quali
escluse - e posson portare a cecità quindi non sono il minore dei
mali- danno adito alla mobilitazione di neurologo e neuroimmaggini
Z. Sergio
John
2009-04-20 09:28:47 UTC
Post by JD
Post by John
Seguendo il detto 'prima escludiamo le cose più gravi, poi vedremo'.. ?
E se fosse un distacco di retina o una ipertensione oculare? mica
bazzeccole...
Poi certo, un ictus è più grave... ma un minimo di triage l'avranno
fatto, spero...
Niente di niente : ricevuti dalla segretaria, la quale ha parlato con un
medico nell'altra stanza ed ha riferito di andare alla clinica oculistica.

Da notare che la signora, giusto un anno fa, l'avevo mandata alla
clinica neurologica per dei sintomi sospetti, e l'hanno tenuta là una
settimana per degli accertamenti.

Con questi precedenti mi sembrava più giusta la neuro.

Comunque non è una cosa grave : qui la Neuro è proprio sopra la Clinica
oculistica, quindi si fa presto a passare da una parte all'altra.
John
2009-04-20 09:34:52 UTC
Post by metalgear
Questo non significa che se il sintomo è agli occhi la patologia lo è di
conseguenza.
Il corpo umano non funziona così
...lo sappiamo, lo sappiamo, purtroppo, ...<sigh sigh>.... :-))
Post by metalgear
I lampi potrebbero essere scotomi, problemi alla retina, problemi di
pressione (sarebbe da
capire che tipo di lampi vede).
Avevo fatto io una pre-diagnosi da laico-semicompetente e senzaltro non
erano scotomi, da come li descriveva. Non erano nemmeno aura di
emicrania. Erano una cosa strana, descritti come delle 'sottili lame di
luce'.
Anche a me, in alternativa, avrebbe fatto sospettare un distacco della
retina. Quindi da clinica oculistica.

Erano i precedenti neurologici che mi facevano optare per la neuro.

Ma visto che, comne dicevo, qui le due cliniche sono attigue, una
clinica, (in senso topologico) valeva l'altra.
John
2009-04-20 09:47:37 UTC
Post by Laura
Sicuramente sì, presumo che il medico astante abbia preso in
considerazione tali ipotesi, probabilmente sul tipo di
lampi riferiti dalla paziente.
Come dicevo, non c'è stato nessun contatto al pronto soccorso, tra
medico e paziente
Post by Laura
Per esempio se i lampi sono esattamente bilaterali e tutti e due gli
occhi "vedono" la stessa cosa verosimilmente si potrebbe quasi
escludere il distacco di retina.
Avevo pensato la stessa cosa. Infatti era solo da una parte, la destra,
e vedeva anche dei corpi 'fluttuanti'.
Post by Laura
In questo caso spesso si tratta soltanto di una emicrania con aura,
spesso anche senza dolore successivo, certamente da indagare,
ma non tanto grave.
Quindi un neurologo sarebbe l'ideale.
In fatto di aura emicranica sono specialista : ce l'ho anch'io, ad
intervalli regolari (di mesi o anni), senza cefalea.
Mi ci sono voluti otto anni (*otto*) prima che un mio amico neurologo,
(forse prima non lo sapeva nemmeno lui ??) si fece la domanda da
un milione di dollari : 'Ma sará mica aura emicranica'?

Da allora mi sono fatto una cultura sull'argomento. Mo' quando mi viene,
mi stendo, senza entrare nel panico, col cronometro in mano, e misuro la
durata. Se se ne va entro mezz'ora (normalmente 15-20 minuti) allora è
aura emicranica.
Se dura di più corro subito alla neuro.

Ma ritornando al tema : alla clinica oculistica le hanno detto che aveva
dei 'corpuscoli di sangue' che 'fluttuavano' nell'occhio (umore vitreo ? ).

Quindi ha avuto una microemorragia.

Accostando questo fatto con quello che mi diceva lei poco prima, cioè
che era nel dubbio se continuare a prendere l'aspirina (come le aveva
consigliato a suo tempo il medico), perchè aveva letto che causa delle
'microemorragie', mi è sembrato strano, cioè quasi 'psicosomatico', che
proprio in quel giorno avesse avuto una microemorragia.

Invece, guarda caso, l'ha proprio avuta.
Post by Laura
Poi bisognerebbe sapere da quanto tempo questo disturbo
è presente, se cambia di intensità, se è presente anche
cefalea ... perciò io penso che l'unica cosa saggia sia
affidarsi con fiducia alle cure dei medici del pronto soccorso.
In questo caso è stata bene consigliata ad andare subito alla clinica e
di far seguire la cosa ad un oculista.
Come dicevo, o oculistica o neuro, le due cliniche sono attigue, nello
stesso palazzo, e si fa presto a passare da una parte all'altra.
Post by Laura
Ciao Laura
Ciao.
John.