(troppo vecchio per rispondere)
scomparsa dal mercato del fluimucil antibiotico fiale per aerosol
"sc..."@libero.it (natam0)
2008-11-25 10:17:58 UTC
buongiorno , da anni usavo per combattere la rinite delle inalazioni con
l'aerosol il FLUIMUCIL ANTIBIOTICO 4 ML con il LUNIBRON.
ma oggi la farmacista mi ha detto che il suddetto antibiotico non e' piu' in
vendita...e mi ha proposto in sua sostituzione la NEBICINA 1 ML da diluire
con 2 ml di soluzione fisiologica .
e' una sostituzione valida o ne esostono di migliori ??
grazie
sorrentini claudio

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Mario Campli
2008-11-25 13:35:00 UTC
Post by "sc..."@libero.it (natam0)
da anni usavo per combattere la rinite delle inalazioni con
l'aerosol il FLUIMUCIL ANTIBIOTICO 4 ML con il LUNIBRON.
E' qualcosa che non ha nessun senso. La "rinite" e la quasi totalità
delle malattie da raffreddamento delle prime vie aeree sono patologie di
origine VIRALE, e contro i virus gli antibiotici:
A) non servono a niente
B) sono uno spreco di risorse
C) "inquinano" l'ambiente spingendolo a selezionare ceppi batterici
resistenti, il che aggrava il pericolo delle infezioni da patogeni che
non rispondono alle terapie antibiotiche.

Anche sull'acetilcisteina come "arma" contro la rinite avrei da ridire,
un mucolitico è un farmaco sintomatico che può benissimo essere
sostituito da grandi bevute d'acqua senza bisogno di nient'altro.
--
Doctor Diabolicus
http://www.sci-med.it
IgnazioGSS©
2008-11-25 14:18:38 UTC
On Tue, 25 Nov 2008 14:35:00 +0100, Mario Campli
Post by Mario Campli
E' qualcosa che non ha nessun senso. La "rinite" e la quasi totalità
delle malattie da raffreddamento delle prime vie aeree sono patologie di
Aspetta, e' verissimo quello che dici se parliamo di forme acute, ma
se durano piu' di qualche giorno, quindi al di la del semplice fatto
acuto (raffreddore, patologie da raffreddamento) quasi sicuramente si
tratta di rinoSINUSITI che sono sostenute spesso da batteri assi
"difficili" come emophilus, Streptococco pneumoniae resistente alle
lattamasi. Moraxella catharralis ecc.). Per questi, che sono bestiacce
difficili e cattive :) gli antibiotici servono eccome.
--
Ignazio GSS© * More than 100 HiRes images in my home page
http://www.ipuddu.it
Francesco Da Riva
2008-11-25 14:06:05 UTC
Ciao Mario,
Post by Mario Campli
Anche sull'acetilcisteina come "arma" contro la rinite avrei da ridire,
un mucolitico è un farmaco sintomatico che può benissimo essere
sostituito da grandi bevute d'acqua senza bisogno di nient'altro.
Vorrei capire un po' meglio questa questione dei mucolitici, in quanto
sono un tantinello confuso.
Mi spiego, a me vengono prescritti in due casi:

1)Bronchite catarrale quando il cattarro è grigio scuro e molto duro.
Mi è successo solo un paio di volte negli ultimi due anni, in entrmabi
i casi dopo esposzioni a fumi da incendio. Uno dei quali di casa mia
peraltro.

2)Quando sviluppo infezioni batteriche che aggravano la mia
rinosinusite cronaca, in questo caso con cortisonici.

In entrmabi i casi mi veniva somministrato anche atibiotico.
Ora io beve di solito tra i 3 ed i 5 litri di liquido al giorno a
seconda delle stagioni ma senza i mucolitici non riesco liberarmi in
uqanto il muco è molto viscos. quasi solido.

E' solo una impressione soggettiva?

Ciao
Francesco Da Riva
Lego
2008-11-25 22:47:42 UTC
Streptococco pneumoniae resistente alle lattamasi.
Svista immagino
Ad ogni modo: resistente ai b-lattamici perchè produttori di
b-lattamasi ;)
IgnazioGSS©
2008-11-26 08:00:17 UTC
Post by Lego
Svista immagino
Ad ogni modo: resistente ai b-lattamici perchè produttori di
b-lattamasi ;)
Si, scusa, la fretta :)
--
Ignazio GSS© * More than 100 HiRes images in my home page
http://www.ipuddu.it
piesse
2008-11-26 10:56:47 UTC
Post by "sc..."@libero.it (natam0)
ma oggi la farmacista mi ha detto che il suddetto antibiotico non e' piu' in
vendita...e mi ha proposto in sua sostituzione la NEBICINA 1 ML da diluire
uhm, nè la farmacista nè il forum sono fonti adatte a rispondere a
questa domanda. Ti conviene sentire il tuo medico ed eventualmente lo
specialista (la tobramicina contenuta nella Nebicina non si usa per
forme banali)

In ogni caso si tratta di due antibiotici totalmente diversi. Esiste uno
studio del 2001 sull'usp di aerosol a grosse gocce (per favorire la
deposizione nelle prime vie aeree) due volte al giorno con tobramicina
in pazienti con rinite refrattaria (cosunque sia).
Nei pazienti trattati con tobramicina il dolore passava prima, ma
avevano più congestione nasale rispetto a quelli che usavano soluzione
fisiologica (placebo)

saluti,
piesse
f***@delenda.net
2008-11-26 10:54:31 UTC
Post by "sc..."@libero.it (natam0)
buongiorno , da anni usavo per combattere la rinite delle inalazioni con
l'aerosol il FLUIMUCIL ANTIBIOTICO 4 ML con il LUNIBRON.
ma oggi la farmacista mi ha detto che il suddetto antibiotico non e' piu' in
vendita...e mi ha proposto in sua sostituzione la NEBICINA 1 ML da diluire
A me è capitato qualche volta che il farmacista dicesse che il farmaco non
era più prodotto, mentre invece non era semplicemente disponibile in
negozio presso di lui...
Mario Campli
2008-11-26 17:22:29 UTC
Per questi, che sono bestiacce difficili e
cattive :) gli antibiotici servono eccome.
OK, gli antibiotici, certo. Ma non credo il "Fluimucil antibiotico"... ;-)
--
Doctor Diabolicus
http://www.sci-med.it
Ignazio GSS©
2008-11-26 17:57:00 UTC
On Wed, 26 Nov 2008 18:22:29 +0100, Mario Campli
Post by Mario Campli
OK, gli antibiotici, certo. Ma non credo il "Fluimucil antibiotico"... ;-)
No, purtroppo ci vuole ben altro, a dosi da cavallo e per tempi
abbastanza lunghi :)
RickRD
2008-11-26 18:59:01 UTC
Tue, 25 Nov 2008 10:17:58 GMT,
Post by "sc..."@libero.it (natam0)
ma oggi la farmacista mi ha detto che il suddetto antibiotico non e' piu' in
vendita...e mi ha proposto in sua sostituzione la NEBICINA 1 ML
Si e' espressa male.
Il Fluimucil Antiobitico, 500 o 250 che sia, e' regolarmente in
commercio. Tecnicamente allo stato attuale dei fatti risulta
"mancante", ovvero la ditta non lo sta inviando ai distributori e
questi ultimi hanno terminato le scorte, pertanto in farmacia non si
trova. E' una situazione che, seppur raramente, puo' capitare.
Non trovo affatto corretto il comportamento della collega che si e'
permessa di consigliare una sostituzione che e' di stretta pertinenza
del medico.
Ciao
--
Riccardo Dentini
Mantignana (PG)